Difetti Visivi

Sintomi, diagnosi e chirurgia refrattiva dei difetti visivi

Il funzionamento del sistema visivo degli esseri umani è simile a quello di una cinepresa. La cornea e il cristallino si comportano come lenti naturali: esattamente come l’obiettivo della cinepresa consentono di mettere a fuoco ciò che vediamo. Tra queste due lenti si trova l’iride, l’anello che determina il colore degli occhi e che ha il compito di regolare la quantità di luce che raggiunge l’occhio. 
In un occhio sano la luce passa attraverso la pupilla e il cristallino per poi soffermarsi sul centro della retina, una sottile membrana formata da cellule nervose che si trova sul fondo dell’occhio. La retina trasforma gli impulsi luminosi in impulsi nervosi, che il nervo ottico invia poi al cervello permettendo in questo modo la ricezione delle immagini. In tali circostanze si parla di emmetropia, cioè di un occhio sano con visus naturale di 10/10. Nel caso in cui cornea, cristallino e retina non funzionino correttamente ci si può invece trovare in presenza di un difetto visivo: miopia, ipermetropia, astigmatismo o presbiopia. Questi possono essere corretti attraverso l’impiego di occhiali e lenti a contatto o con l’ausilio della chirurgia. Le operazioni chirurgiche per la correzione dei difetti visivi effettuate con tecnologia leser di ultima generazione (ad esempio con la femtolasik) consentono di ripristinare una visione ottimale senza l’impiego di alcuna lente; oltre ad avere una durata molto breve, questi interventi richiedono tempi di recupero quasi nulli e, a differenza di quanto accadeva in passato, non provocano al paziente alcun dolore.

Per prenotazioni chiama il numero 030 3385111 - 333 6930553

Compila il form qui sotto per chiedere qualcosa direttamente al Dott. Miglio o per raccontarci la tua esperienza

Nome

Cognome

Email

Telefono

Messaggio